FAQ Lampade per Proiettori

Cos’è una lampada per proiettore?

Dal punto di vista tecnico, una moderna lampada per proiettore è un lampada ad arco a vapori di mercurio ad altissima pressione. Le lampade per proiettori vengono definite lampade ad alogenuri metallici o lampade a vapori di mercurio ad altissima pressione. Philips ha registrato il marchio "lampada UHP" per le proprie lampade per proiettori.

Come funziona una lampada per proiettore?

In una lampada per proiettore, lo spazio dove si crea l’arco elettrico è riempito con vapori di mercurio ad altissima pressione; la lampada funziona inviando un impulso elettrico attraverso quest’arco pressurizzato. La corrente fa illuminare i vapori di mercurio e fa sì che la lampada produca una luce estremamente brillante. Questa luce brillante viene proiettata su uno schermo LCD o DLP, che a sua volta produce le straordinarie immagini per cui i videoproiettori sono famosi.

Le lampade per proiettori sono il prodotto di una tecnologia estremamente complessa, che comporta grandi costi per il produttore nello sviluppo delle caratteristiche di ogni lampada. Di conseguenza, il prezzo delle lampade per proiettori può essere abbastanza elevato.

Segui questo collegamento per una spiegazione dettagliata sulle lampade per proiettori.

Dov’è situata la lampada del mio proiettore?

Per trovare la lampada del proiettore, individua un coperchio di plastica quadrato o rettangolare sulla superficie esterna del proiettore; il coperchio si trova di solito nella parte inferiore del proiettore, ma alle volte può trovarsi anche in alto o ai lati.

Il coperchio di solito è fissato con due viti; allenta le viti e solleva il coperchio per accedere al vano che contiene l’alloggiamento in plastica (il modulo) su cui è montata la lampada all’interno del tuo proiettore.

Questo alloggiamento in plastica generalmente ha un’impugnatura attaccata. Tirala delicatamente per estrarre la lampada dal tuo proiettore.

La lampada è la parte più importante del tuo proiettore, perché crea la luce che illumina il sistema DLP o LCD e rende vivide le immagini che il tuo proiettore riproduce.

Sostituire la lampada di un proiettore

Sia che tu abbia acquistato una lampada con modulo (l’alloggiamento di plastica nera) o una lampada per proiettore nuda, sostituire la lampada del tuo proiettore è molto facile.

Per informazioni sull’installazione consulta le istruzioni qui.

Come saprò che la lampada del mio proiettore è rotta?

Spesso i proiettori hanno un timer interno che registra per quanto tempo la lampada al loro interno rimane accesa . Di norma, alcune ore prima della scadenza della durata della lampada prevista, viene visualizzato un messaggio sullo schermo del proiettore. Questo messaggio di avvertimento è un ottimo indicatore che è il momento di cercare una nuova lampada per il proiettore sul database di MyProjectorLamps.

Se la tua lampada continua a funzionare e il messaggio di avvertimento è stato visualizzato, è possibile disabilitare il messaggio. Cerca questo argomento sul manuale del tuo proiettore oppure sul menu accessibile direttamente sullo schermo, per scoprire come disabilitare il messaggio di avvertimento.

Non tutti i proiettori funzionano nello stesso modo. Alcuni proiettori spengono la lampada quando il timer raggiunge un certo valore, anche se la lampada non è completamente esaurita. In questo caso, case, può essere utile azzerare il contatore delle ore di funzionamento della lampada, per poterla utilizzare ancora. Anche in questo caso, consulta il manuale del tuo proiettore per la procedura di azzeramento del timer della lampada.

Se utilizzi regolarmente il tuo proiettore per presentazioni importanti, eventi settimanali o spettacoli, è sempre bene avere da parte una lampada per proiettore di riserva, in modo da non restare senza proiettore neanche per un minuto.

Anatomia della lampada del proiettore

Varie componenti sono coinvolte nella produzione delle lampade per proiettori. Fra queste, il tubo di scarica, i vapori di mercurio ad altissima pressione, un globo di quarzo o riflettore, un elemento di fissaggio, una caviglia, un dado, una vite e infine, l’alloggiamento in plastica nera (normalmente chiamato modulo).

Tubo di scarica - Il tubo di scarica è un pezzo di vetro soffiato, resistente alle alte temperature, di circa 7,5 cm di lunghezza. Esso sporge dalla base del globo di quarzo. Nella produzione della lampada, il tubo di scarica viene posizionato con strumenti ad alta precisione e fissato in sede con gesso ad alta resistenza.

Vapori di mercurio - I vapori di mercurio all’interno della maggior parte dei tubi di scarica sono ad altissima pressione e molto sensibili alle correnti elettriche. Le resistenze all’interno del proiettore regolano la corrente elettrica che eccita i vapori di mercurio. Quando si accende il proiettore, le resistenze producono un voltaggio elevato per innescare i vapori di mercurio. Una volta che il gas è illuminato dalla corrente, la resistenza del proiettore riduce il voltaggio al livello necessario per mantenere costante la luminosità della lampada del proiettore.

Collegamenti elettrici - - I collegamenti elettrici di una lampada per proiettore sono fusi all’interno del quarzo del tubo di scarica ed escono dalla parte superiore del tubo attraverso il lato del riflettore. La corrente elettrica passa in un circuito che va dal retro della lampada, corre lateralmente e quindi si ricollega al proiettore attraverso i collegamenti elettrici. La quantità di corrente fornita alla lampada è regolata da resistenze all’interno del proiettore (come accennato nella sezione precedente “Vapori di mercurio”).

Globo di quarzo - Il globo di quarzo, chiamato anche riflettore, è l’elemento esterno della lampada del proiettore. Il globo è di solito rivestito dal lato interno con materiale metallico altamente riflettente. Il rivestimento riflette la luce generata dall’accensione dei vapori di mercurio nel tubo di scarica.

Elemento di fissaggio, caviglia filettata, dado e vite - Un elemento di fissaggio, una caviglia filettata, un dado e una vite fissano i collegamenti elettrici della tua lampada in sede (sono gli stessi collegamenti di cui si parla sopra al paragrafo “Collegamenti elettrici”).

L’elemento di fissaggio è un pezzetto di metallo che si trova su un lato della lampada per proiettore e può essere incollata, saldata o fissata con un morsetto. Questo elemento ha una vite che serve per collegare i cavi alla lampada.

Per completare il circuito elettrico, una caviglia metallica filettata è fissata sul retro del globo di quarzo. Di norma sporge di circa 2,5-3 cm e serve, insieme al dado, per fissare il secondo cavo.

Alloggiamento in plastica (Modulo) - L’alloggiamento in plastica, o modulo, è fatto di plastica nera resistente alle alte temperature e serve a reggere la lampada all’interno del proiettore. Una molletta di fissaggio di norma blocca la lampada all’interno del modulo. La lampada del proiettore può anche essere fissata in sede con viti e il modulo stesso è attaccato al proiettore con delle viti.

Per maggiori informazioni sulle lampade per proiettori, ti invitiamo a contattarci.

Chi produce le lampade per proiettori?

Le lampade per proiettori di alta qualità che soddisfano gli standard elevati richiesti dai proiettori sono prodotte solo da poche aziende nel mondo. Produrre lampade per proiettori è un processo incredibilmente costoso e tecnologicamente complesso, che solo poche aziende riescono a sostenere.

I maggiori produttori nel settore delle lampade per proiettori sono: -

Philips - Philips è il pioniere delle lampade per proiettori nel mondo. Ha iniziato a progettare e sviluppare le prime lampade ad alogenuri metallici nel 1995. Ha quindi sviluppato una lampada per proiettori a vapori di mercurio, chiamata lampada UHP o a vapori di mercurio ad altissima pressione. Questa nuova tecnologia ha reso possibile ai sistemi di proiezioni di raggiungere luminosità mai viste prima, permettendo lo sviluppo dei proiettori digitali. Philips è tuttora un leader nel settore delle lampade per proiettori e alcune stime indicano che detiene attualmente oltre il 70% del controllo della produzione e della vendita di lampade per proiettori sul mercato mondiale.

Ushio - Ushio è un’azienda giapponese, con uffici e sedi in tutto il mondo. Produce centinaia di diverse luci industriali, lampade e lampadine. L’azienda è nata nel 1964 come produttore di sistemi di illuminazione industriali. Ushio produce lampade per proiettori Sony, Sanyo, BenQ e per molti altri marchi. Le stime indicano che controlli una quota di circa il 10% del mercato delle lampade per proiettori.

Osram - Osram è un’azienda nata in Germania, specializzata nella produzione di tubi di scarica nelle lampade ad alogenuri metallici e a vapori di mercurio. Osram dichiara di essere il secondo produttore di dispositivi di illuminazione al mondo e detiene circa il 7% del mercato.

Il resto - Esistono una manciata di produttori di lampade per proiettori con sede a Taiwan, in Giappone e in Cina. Il più significativo è Matsushita, che è una società Epson e produce tutte le lampade del gruppo. Produttori di lampade per proiettori minori non forniscono lampade di elevata qualità, che di solito non vengono installate su proiettori nuovi.

Perché le lampade per proiettori sono così costose?

Una delle cose più scioccanti per i clienti che acquistano una nuova lampada per proiettore è il costo, che ha però una motivazione fondata. Compressi all’interno del tubo di scarica ci sono dei vapori di mercurio che vengono innescati dall’arco elettrico si forma nella camera riempita con questo gas. La ionizzazione del gas dovuta al passaggio dell’arco elettrico attraverso di esso è ciò che produce la luce estremamente luminosa della lampada per proiettore.

Di conseguenza, la tecnologia necessaria per la produzione di una lampada per proiettore non è economica. In effetti, i macchinati necessari per produrre una sola lampada per proiettore possono costare al suo produttore diversi milioni di euro.

Oltre al costo iniziale dei macchinari, i produttori devono servirsi di tecnici e ingegneri esperti per fare in modo che la lampada sia conforme agli standard richiesti dal tuo proiettore. I vapori di mercurio devono essere pressurizzati con precisione e il tubo di scarica e il riflettore al quarzo devono essere collocati precisamente con il corretto angolo. Se uno qualsiasi di questi elementi non è calibrato in modo esatto come deve essere, la lampada per proiettore potrebbe non produrre la luminosità sufficiente, potrebbe bruciare lo schermo LCD all’interno del proiettore o potrebbe non accendersi affatto.

Ogni lampada per proiettore ha voltaggi e wattaggi di innesco e di funzionamento diversi. Queste configurazioni producono livelli diversi di luminosità (valori di lumen ANSI). Quindi, le macchine che producono le lampade per proiettori sono complesse e costose da mantenere in esercizio. Devono anche essere ricalibrate per ogni nuovo specifico modello di lampada. Non c’è modo di evitare tutto questo, se si vuole produrre una lampada per proiettore di alta qualità.

Le lampade per proiettore sono costose da produrre ed è per questo che ci sono solo quattro o cinque produttori di lampade ORIGINALI di elevata qualità al mondo. Queste aziende hanno investito molto denaro nella ricerca e nello sviluppo di lampade per proiettore. Devono inoltre mantenere in esercizio gli impianti dove le lampade vengono realizzate. I costi per sviluppare e produrre le lampade per proiettori limita la concorrenza sul mercato ed entrambi questi fattori contribuiscono ad aumentare il costo delle lampade per proiettori.

Compatibilità delle lampade per proiettore

Qualsiasi lampada può funzionare con il mio proiettore?

Le lampade per proiettore sono prodotte per soddisfare i requisiti tecnici specifici del tuo proiettore. Questi requisiti comprendono l’esatta pressurizzazione dei vapori di mercurio, il posizionamento del tubo di scarica all’interno del globo di quarzo a una precisa angolazione e la produzione del tubo di scarica in modo da poter resistere all’altissima pressione dei vapori di mercurio.

Per ogni serie di nuovi proiettori introdotta sul mercato, viene prodotta una lampada per proiettore. Non esiste una sola lampada per proiettore che vada bene per tutti i modelli. Non è possibile installare una lampada per proiettore da 150W su un proiettore che richiede una lampada da 250W e non è nemmeno possibile installare una lampada da 250W su un proiettore che ha bisogno di una lampada da 250W con un diverso voltaggio di innesco e di funzionamento.

Inoltre, è impossibile o perlomeno sconsigliato di installare una lampada con gli stessi voltaggi di innesco e di funzionamento E lo stesso wattaggio, senza assicurarsi che il valore di lumen ANSI sia identico. Se il valore di lumen ANSI (ovvero la luminosità) della lampada è diverso, il proiettore potrebbe non funzionare come dovrebbe. Potrebbe scaldarsi troppo e bruciare il tuo schermo LCD o DLP oppure restare troppo freddo e quindi non sufficientemente luminoso.

Esistono lampade compatibili con più proiettori?

Sì! Diversi produttori di proiettori si mettono d’accordo per sviluppare e utilizzare lo stesso prodotto di un produttore di lampade per proiettori.

MyProjectorLamps fornisce un elenco di proiettori che usano la stessa lampada per proiettori su ogni pagina del catalogo prodotti. Cerca il tuo modello di lampada per proiettore e, in basso a destra su ogni pagina del catalogo, troverai l’elenco di tutti i proiettori con cui quella lampada può essere utilizzata (esempio).

Se il # ID che cerchi non elenca il tuo proiettore fra quelli compatibili in basso a destra nella pagina del catalogo, è probabile che quel # ID della lampada non sia corretto per quel proiettore.

Se non riesci a identificare la lampada corretta per il tuo proiettore, puoi eseguire una ricerca per parole chiave OPPURE chiamarci direttamente al numero +39 06 933 87 587.

Allungare la vita della lampada del proiettore

Una durata inferiore al previsto della lampada del proiettore di solito è dovuta a un eccessivo surriscaldamento nel corso della sua vita. Di seguito abbiamo elencato alcuni suggerimenti utili per allungare la vita della lampada del tuo proiettore.

Ventilazione -

Il fattore più importante che determina la durata della lampada del proiettore è la ventilazione. Per assicurare che la lampada del tuo proiettore duri il più a lungo possibile, installa il proiettore in un luogo dove sia circondato da un ampio spazio per la ventilazione. Teoricamente il proiettore dovrebbe essere installata ad almeno sessanta centimetri, su tutti i lati, da pareti, pavimento o soffitto. Se il proiettore viene installato dove c’è scarso ricircolo d’aria, la lampada del proiettore molto probabilmente si brucerà prima. Assicurati che la stanza in cui si trova il proiettore, se possibile, abbia una certa circolazione d’aria.

Aspirapolvere e aria compressa -

Nel tempo, polvere e sporco si annidano nel proiettore e questi depositi possono ridurre la circolazione d’aria tra i proiettore e l’esterno. Se il flusso d’aria è ridotto, la lampada del proiettore si scalderà di più e potrebbe bruciarsi prima. Il modo più semplice di risolvere il problema è di pulire il proiettore con l’aspirapolvere o con aria compressa una volta ogni due settimane. A seconda di quanto lo usi, potresti doverlo pulire più frequentemente.

Cambia o pulisci regolarmente il filtro -

I proiettori sono dotati di filtri smontabili incorporati per proteggere dalla polvere i loro sensibili circuiti. Tuttavia, anche il filtri possono intasarsi con la polvere, diminuendo il flusso d’aria tra l’interno e l’esterno del proiettore e provocando il surriscaldamento della lampada. In media, le lampade dei proiettori che funzionano a temperature troppo alte si bruciano prima. Il filtro del tuo proiettore si trova di solito dietro un piccolo coperchio rettangolare di circa 1,27 x 15,24cm e può essere facilmente sostituito o pulito.

Non accendere e spegnere rapidamente il tuo proiettore -

Accendere e spegnere il proiettore rapidamente può avere effetti disastrosi sulla durata della lampada del proiettore. Di norma, alle lampade per proiettori serve circa un minuto per produrre una corrente stabile. Speciali resistenze all’interno della lampada la innescano a un voltaggio elevato e la fanno quindi funzionare a un voltaggio più basso. Se il proiettore viene acceso e spento rapidamente, i vapori di mercurio ad altissima pressione all’interno del tubo di scarica possono destabilizzarsi, compromettendo definitivamente la lampada.

La modalità risparmio energetico può allungare la durata della tua lampada -

La maggior parte dei moderni proiettori hanno una modalità normale e una di risparmio energetico. In modalità di risparmio energetico di solito la lampada del proiettore emette una luminosità leggermente inferiore e quindi può allungare la durata della lamapda. Non sei sicuro se il tuo proiettore ha una modalità risparmio energetico? Consulta il manuale del proiettore o contatta il produttore del proiettore.

Provare una lampada per proiettore

Nel provare una lampada per proiettore, è importante sapere alcune cose e comprendere che le lampade per proiettori sono complesse e funzionano in modo diverso rispetto ad altri dispositivi elettronici domestici o comuni.

1. Ogni lampada per proiettore contiene un sistema di resistenze che innesca la lampada a un voltaggio più elevata nella fase di accensione. Una volta che la lampada è accesa e il circuito si è stabilizzato, la resistenza modifica il voltaggio della corrente a quello previsto per il normale funzionamento.

2. Le lampade per proiettore NON POSSONO essere testate con amperometri o ohmetri. Le lampade per proiettore funzionano innescando i vapori di mercurio ad altissima pressione contenuti all’interno del tubo di scarica. Quindi non è possibile testare una lampada per proiettore spenta usando un amperometro un ohmetro.

È impossibile testare la tua lampada per proiettore con comuni dispositivi elettrici domestici. Per provare le lampade per proiettore deve acquistare una specifica attrezzatura di misura; per maggiori informazioni sui dispositivi di test per le lampade per proiettore, contatta Philips.

Posso toccare la lampada del proiettore?

È importante sapere che le lampade per proiettore sono simili alle lampade alogene, ma non identiche. Le lampade alogene non possono essere assolutamente toccate perché il grasso della pelle crea zone calde sulla lampada alogena, che ne provocano la rottura. I globi delle lampade per proiettore possono essere toccati, ma ti consigliamo di maneggiarle comunque il meno possibile o per nulla.

È assolutamente fondamentale non toccare mai il tubo di scarica con le dita; in questo modo lasceresti dell impronte e provocheresti un surriscaldamento del tubo di scarica nelle zone in cui è stato toccato. Temperature troppo elevate possono destabilizzare il tubo di scarica e provocarne l’esplosione.

MyProjectorLamps sconsiglia di toccare l’interno del globo della lampada del proiettore o il riflettore che circonda il tubo di scarica. Toccando queste aree si creano delle zone di surriscaldamento sul riflettore, che compromettono il funzionamento della lampada del tuo proiettore.

È possibile toccare l’esterno del globo o del riflettore senza provocare gravi danni alla durata o al funzionamento della lampada per proiettore. MyProjectorLamps sconsiglia di toccare l’esterno del globo di quarzo. Se è necessario toccarlo, ti consigliamo di lavarti le mani. Se hai le mani sudate o se vuoi evitare di maneggiare direttamente la lampada, ti consigliamo di indossare un paio di guanti cotone bianco per manipolare la lampada del proiettore.

Se acquisto e installo lampade per proiettori in paesi diversi, funzioneranno ugualmente?

Gli standard del voltaggio elettrico variano a seconda dei paesi e delle zone del mondo. Tuttavia, se il numero identificativo della lampada per proiettore è corretto in base al proiettore che possiedi, dovrebbe funzionare correttamente in tutta Italia. Le resistenza che si trovano all’interno dei proiettori trasformano l’elettricità che entra nell’apparecchiatura al voltaggio corretto necessario per innescare e per far funzionare la lampada.

Il voltaggio in ingresso nel proiettore attraverso la presa non influenza i voltaggi di innesco e di funzionamento dell’apparecchio.